Freshnet e l’approccio low cost al turismo territoriale

Ascoltare, capire, vivere bene la propria terra per creare un legame profondo con i turisti. Valorizzare le risorse e metterle al servizio di una visione più ampia, che racchiuda attori, abitanti, ospiti e territorio.

E’questa la mission di Freshnet, start up del gruppo GH, un network di giovani – la maggior parte laureati in turismo e accomunati da forte passione e motivazione – che propone soluzioni semplici e prezzi trasparenti per permettere a comuni, gal, comunità montane, consorzi e pro-loco di promo-commercializzare i propri territori in modo efficace ed autonomo.

Professori universitari e professionisti del settore hanno fin da subito appoggiato il progetto, riconoscendone non solo l’utilità, ma anche la necessità per tutte quelle realtà ancora lontane dal web. Utilizzando la nuova tecnologia Freshcreator – che proprio la scorsa settimana ha ricevuto dalle mani del capo dello Stato il premio come migliore innovazione nel turismo – Freshnet mette a disposizione i servizi per creare un portale turistico online, colmando la distanza tra la rete e i piccoli network.

Nell’era del turismo 2.0 resta impossibile per i territori non puntare al raggiungimento di potenziali visitatori sfruttando il largo bacino di utenza del web. Le possibilità diventano molteplici: Freshnet, composto da persone con diverse conoscenze e competenze, interviene in modo economico e sostenibile per individuarle e sfruttarle al meglio, secondo desideri ed esigenze precisi.

Si può decidere di acquistare il pacchetto “base”, creando in pochi passi il proprio portale; oppure si possono richiedere i servizi “on demand” come la traduzione dei testi in diverse lingue, un servizio fotografico personalizzato, una conferenza stampa o persino una giornata formativa con gli operatori, a disposizione per illustrare e svelare tutti i segreti per un business di successo.